Non solo editor e sicurezza, ma anche problemi di compatibilità nell’aggiornamento. Ecco cosa bolle in pentola con la nuova versione di Wordpress 5.0.

wordpress 5.0

WordPress 5.0 è stato già rilasciato il 7 dicembre 2018 in Italiano. Questa versione contiene un’importante modifica all’editor di WordPress. Il nuovo editor, nome in codice Gutenberg, rappresenta un notevole passo in avanti nella funzionalità. Usa un nuovo sistema basato su blocchi per la modifica che ti consente di incorporare una vasta gamma di contenuti nei tuoi post e pagine e consentendo molta flessibilità nel tracciare quei blocchi sulla pagina stessa.

Una volta che Gutenberg e WordPress 5.0 si sono stabilizzati, forniranno benefici a lungo termine agli utenti di WordPress e alla comunità. Ma a breve termine, questo cambiamento potrebbe introdurre delle difficoltà per alcuni proprietari di siti WordPress. In questo articolo discuteremo di alcuni punti che aiuteranno a decidere quando passare a WordPress 5.0 e a formulare una strategia di successo per effettuare efficacemente l’aggiornamento.

Perché WordPress sta cambiando l’editor?

Il team di sviluppo di WordPress ha parlato di Gutenberg per un bel po’ di tempo. L’obiettivo, secondo Matt Mullenweg, è “semplificare la prima esperienza utente con WordPress – per coloro che stanno scrivendo, modificando, pubblicando e progettando pagine web. L’esperienza di editing ha lo scopo di fornire agli utenti una migliore rappresentazione visiva di come appariranno i loro post o pagina quando vengono pubblicati”.

Nel complesso, siamo d’accordo sul fatto che Gutenberg sarà un enorme balzo in avanti nell’uso di WordPress per creare contenuti online. Ma, come dichiarato da Matt, l’obiettivo è semplificare l’esperienza per l’utente principiante. Per il resto di noi che hanno assemblato e sviluppato una serie di strumenti per colmare le lacune nelle carenze del vecchio editor, questo sarà un periodo di adattamento.

Potenziali problemi con i plug-in e i temi legacy

WordPress è attivo da oltre 15 anni e in questo periodo sono stati creati milioni di siti web utilizzando l’attuale framework di editing. Spesso i siti vengono creati e mai aggiornati su temi più moderni. Ci sono un gran numero di plugin abbandonati installati su siti WordPress – plugin che non sono più mantenuti attivamente dai loro sviluppatori. Nessuno sta testando questi plugin abbandonati o temi precedenti per vedere come si comportano con Gutenberg.

Oltretutto in aggiunta alla complessità, molti di questi siti possono essere ospitati su servizi di hosting WordPress gestiti che si aggiorneranno automaticamente alla nuova versione di WordPress.

Alcuni proprietari di siti WordPress potrebbero non essere in grado di modificare in modo efficace le pagine che avevano precedentemente pubblicato. Alcuni potrebbero anche non essere in grado di accedere alla loro schermata di modifica. Possono verificarsi errori del server 500 o schermi bianchi per alcuni utenti. Oppure tutto può funzionare senza problemi, anche con i plugin precedenti o un tema precedente.

Con oltre 60.000 plug-in unici nella directory ufficiale di WordPress, non è possibile testare tutti i plugin con il nuovo editor. I plugin mantenuti attivamente sono, per la maggior parte, testati dagli autori dei plugin stesso. I plugin abbandonati non saranno stati testati, quindi spetta a voi testare se WordPress 5.0 funzionerà con questi plugin.

Lo stesso vale per i temi. Molti temi sono mantenuti attivamente dai loro autori. In altri casi, un tema potrebbe essere stato creato come un singolo progetto per un cliente o creato per la comunità e quindi lasciato e non mantenuto. Questi temi non mantenuti non sono stati testati con Gutenberg e WordPress 5.0.

Se si prevedono problemi di compatibilità con WordPress 5.0, è possibile mantenere l’attuale editor di WordPress installando il plugin WordPress Classic Editor. Vi Consigliamo di farlo prima del tempo, piuttosto che proviate a utilizzare il nuovo editor con codice incompatibile. Ma vale anche la pena sottolineare che Gutenberg e WordPress 5.0 sono un significativo passo avanti che permette di modificare con potenza e flessibilità i suoi contenuti. Vale quindi la pena investire il tempo necessario per rendere il sito compatibile, modificandolo se necessario e sfruttando i vantaggi di un nuovo editor basato su blocchi di contenuto.

Come faccio a sapere se sono pronto?

Hai un ambiente di test per il tuo sito web? Hai provato il nuovo editor Gutenberg? Stai usando una versione moderna di PHP? Ottimo, probabilmente sarai preparato per WordPress versione 5.0. Come per tutte le versioni principali, consigliamo di aggiornare prima in ambiente di test per cercare eventuali problemi.

Cercate anomalie con tutti i layout di pagina. È inoltre opportuno tornare indietro nel tempo nell’ambiente di test e rivedere post e pagine meno recenti per assicurarsi che siano pronti per il nuovo editor.

Come sempre eseguite il backup sia dei file del sito che del database prima di qualsiasi aggiornamento, in particolare con un aggiornamento di questa portata.

Se il vostro provider di hosting auto-aggiorna la versione.

Se il sito fruisce in l’hosting WordPress gestito, molto probabilmente il tuo provider di hosting aggiornerà automaticamente WordPress per voi. Il tuo provider WordPress dovrebbe conservare i backup dei siti precedenti. Rivolgetevi al vostro ISP per vedere quale supporto fornisce a fronte del nuovo editor di WordPress e quando si aggiorneranno a WordPress 5.0. Alcuni provider infatti, attendono fino a gennaio del prossimo anno per eseguire l’aggiornamento.

Quali sono le implicazioni per la sicurezza con Gutenberg?

Al momento non siamo a conoscenza di problemi di sicurezza con WordPress 5.0 o Gutenberg. Il progetto viene spostato in produzione ad un ritmo talmente rapido che incrementa il rischio sulla sicurezza, poiché ciò riduce la quantità di tempo disponibile per il test e il debug.

In questa fase dell’evoluzione di WordPress, ci sono un gran numero di team di sicurezza a livello globale che hanno gli occhi puntati sul codice e stanno conducendo ricerche per determinare se ci sono vulnerabilità nelle nuove versioni di WordPress. Non appena emergerà un problema, si dovranno affrontare tutte le procedure necessarie.

Una volta rilasciato WordPress 5.0, ci sarà probabilmente una serie di piccole versioni che emergeranno nelle settimane successive. Vi consiglio di monitorare il blog ufficiale di WordPress e se verrà annunciato un aggiornamento per la sicurezza, eseguite l’upgrade il prima possibile.

Un punto di vista pratico.

Codice Riscritto

Gutenberg è basato su React, un framework JavaScript molto popolare utilizzato e gestito da aziende come Facebook e Instagram. Gutenberg si avvale di molte altre tecnologie moderne come la REST API, ESnext + JSX, WebPack, ecc.

Per come è strutturato, Gutenberg apre un mondo completamente nuovo per gli sviluppatori, in termini di “sviluppo dei blocchi”. Ricordate, tutto in Gutenberg riguarda i blocchi. Quindi probabilmente sentirete molto spesso questo termine.

Ma questo può anche complicare le cose, dato che in questi casi gli sviluppatori dovrebbero imparare nuovi linguaggi. Tuttavia, per fortuna, la community di WordPress è venuta subito in soccorso e ci sono già ottimi progetti open source come create-guten-block. Si tratta essenzialmente di un dev-toolkit a configurazione zero (#0CJS) che consente sviluppare blocchi di Gutenberg in pochi minuti, senza configurare React, webpack, ES6/7/8/Next, ESLint, Babel, ecc.

L’altro aspetto negativo di tutto questo è che la maggior parte (non tutti) dei temi e dei plugin di WordPress devono essere riscritti per funzionare con Gutenberg. Principalmente quelli che interagiscono con l’editor di WordPress. Yoast SEO è un ottimo esempio di uno sviluppatore di plugin di WordPress sia salito a bordo molto in fretta! Hanno rilasciato il loro primo aggiornamento per Gutenberg a luglio 2017 e da allora ne hanno rilasciati ancora. Anche se all’inizio erano un po’ preoccupati per l’accessibilità di Gutenberg.

WordPress 5.0 comprende anche Twenty Nineteen, il nuovo tema minimal distribuito con supporto completo a Gutenberg, sia dal front che dal back-end.

Cosa Succede ai Contenuti Correnti?

Cosa succede ai contenuti che avete creato nell’editor classico quando vengono aperti nel nuovo editor Gutenberg? Fondamentalmente, l’intero post apparirà come una grande finestra dell’editor TinyMCE. Lo hanno fatto per preservare il formato dei contenuti di tutti i vostri post e delle vostre pagine. Per sfruttare l’editor Gutenberg, dovrete selezionare l’opzione “Converti in blocchi”. Tutto verrà automaticamente convertito nei nuovi blocchi di Gutenberg.

Cosa Succede agli Shortcode?

Lo stesso vale per gli shortcode. È stato inserito un form nell’editor classico utilizzando uno shortcode. Quindi, nell’editor di Gutenberg, selezioniamo nuovamente “Converti in blocchi”. Lo shortcode viene quindi trasformato in un blocco shortcode di Gutenberg. Il modulo di contatto viene così reso correttamente nel front-end.

Risolvere i Problemi di Aggiornamento WordPress

Come avviene con ogni nuova versione di WordPress, c’è sempre qualcuno che incontra dei problemi, e questo è dovuto alle migliaia di temi e plugin che coesistono attualmente sul mercato. Ecco alcuni modi per risolvere problemi comuni:

  1. Vi trovate di fronte allo schermo bianco della morte? Questo problema viene comunemente risolto semplicemente riavviando PHP e cancellando la cache a pagina intera del vostro sito WordPress.
  2. Vedete una schermata con la scritta “Briefly unavailable for scheduled maintenance. Check back in a minute” che non vuole andar via? Il vostro sito potrebbe essere bloccato in modalità di manutenzione.
  3. Provate a disattivare tutti i plugin per vedere se questo risolve il vostro problema. Quindi riattivateli uno per uno finché non trovate il plugin che potrebbe richiedere un aggiornamento dallo sviluppatore.
  4. Provate a passare a un tema WordPress predefinito, ad esempio Twenty Nineteen (una volta che sarà disponibile). Se questo risolve il vostro problema, potrebbe essere necessario contattare lo sviluppatore del tema.
  5. Cercate i problemi ed eseguite una diagnosi delle anomalie JavaScript nel vostro browser. Questo può essere particolarmente utile se si rompe un componente cruciale come il Visual Editor (TinyMCE).

In Conclusione

WordPress 5.0 e Gutenberg costituiscono il più grande aggiornamento di WordPress. Coinvolge tutti, a partire dal modo in cui gli utenti interagiscono con l’editor e scrivono contenuti, al modo in cui gli sviluppatori creano plugin e temi. Solo il tempo dirà quanto successo avrà il progetto Gutenberg. Ma, a parte tutto, è meglio iniziare a testare il prima possibile per evitare interruzioni del vostro sito WordPress.

Rivolgetevi sempre a personale competente in materia, e che sappia intervenire adeguatamente per risolvere i problemi che non sono di poco conto, per chi ricerca un user friendly CMS.

Per ulteriori informazioni contattateci in privato per avere una corretta analisi sulla fattibilità di aggiornamento dei vostri siti WordPress 5.0 e non.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.