Terremoto nell’Open-Source. NGINX è prossimo alla chiusura?

Nginx

A fronte di fatti divulgati notoriamente circa la notizia, pare che il fatto sia divenuto virale, ma la verità si infittisce tanto quanto più grave sia la pratica e gli atti penali depositati dal Gruppo Rambler stesso.

I fatti La polizia russa ha fatto irruzione negli uffici di Mosca di NGINX, Inc., una consociata di F5 Networks e la compagnia dietro la più famosa tecnologia di web server di Internet. L’attrezzatura è stata sequestrata e i dipendenti sono stati arrestati per essere interrogati.

La polizia di Mosca ha eseguito il raid dopo che la scorsa settimana il Gruppo Rambler ha presentato una violazione del copyright contro NGINX Inc., rivendicando la piena proprietà del codice del proprio server web. Il Gruppo Rambler è la società madre di rambler.ru, uno dei maggiori motori di ricerca e portali Internet della Russia.

Secondo le copie del mandato di ricerca pubblicato oggi su Twitter, Rambler afferma che Igor Sysoev stesse sviluppando NGINX mentre lavorava come amministratore di sistema per l’azienda, quindi sono i legittimi proprietari del progetto.

h i F5 Networks ha confermato il raid ma ha detto a ZDNet che stanno ancora raccogliendo i fatti e al momento non hanno ulteriori commenti.

Un portavoce del Gruppo Rambler ha confermato a ZDNet di aver effettivamente presentato un reclamo per violazione del copyright contro NGINX il 4 dicembre.

“Abbiamo scoperto che il diritto esclusivo di Rambler Internet Holding sul web server di NGINX è stato violato a seguito di azioni di terzi”,
ha detto Rambler a ZDNet.

Leonid Volkov, il capo di stato maggiore del candidato presidenziale Alexei Navalny, ha criticato il raid e il caso legale, sostenendo che dopo 15 anni, lo statuto delle limitazioni è scaduto per presentare un reclamo per violazione del copyright.

Rambler ha dichiarato di aver ceduto i diritti legali di rivendicare il copyright nei confronti di NGINX Inc. a Lynwood Investments CY Ltd, una società con sede a Cipro “hanno le competenze necessarie per fornire giustizia in materia di proprietà”.

> ha ancora emesso un comunicato stampa con i dettagli circa il raid. Vista la portata dei server dotati di tale software e la gravità della situazione legale, non ci resta che aspettare e attendere il verdetto finale!

< ZDNet: https://www.zdnet.com/google-amp/article/russian-police-raid-nginx-moscow-office/

ent” class=”row”>
[CORSO – CS01LWSA218]

Linux Web Server Administrator

Per chi ha esigenze di gestire web server a livello professionale. Ottima opportunità di competenza da applicare su contratti di management.

Iscriviti Dettaglio
[CORSO – CS08SDR01]

Sistemista di Reti

Dedicato a chi comincia o a chi vuole approfondire le proprie competenze in Networking. Rivolto a CED, Professionisti e appassionati.

IscrivitiDettaglio